domenica 16 ottobre 2011

Il cappello delle ghiande

L’autunno ci regala ogni anno bellissimi frutti, uno di questi è la ghianda: carina, rotonda, e con il suo inconfondibile cappello alla francese.
E’ proprio dal cappello della ghianda che siamo partite per creare un piacevole gioco e un’interessante attività per i nostri bambini.
A un piccolo gruppo di bambini, abbiamo fatto trovare per terra tante ghiande e dopo esserci seduti in cerchio di fronte alle ghiande, noi educatrici, abbiamo raccontato che quei frutti si chiamavano ghiande, che provenivano dal boschetto e che ce li aveva regalati uno scoiattolino che presto sarebbe andato in letargo e che avrebbe portato con sé dentro la tana, le ghiande da sgranocchiare ogni tanto.
Ci siamo poi soffermate sulla forma del frutto, identificandone i particolari: è di legno, marrone, rotonda e… ha il cappello!
Ma guardando bene, abbiamo fatto notare ai bimbi che non tutte le ghiande avevano il cappello, quindi ci siamo divertite insieme a loro a cercare il giusto cappello a quelle che non l’avevano.
Una volta trovato il cappello giusto e completata la ghianda si doveva mettere in un cestino.
I bambini si sono divertiti molto, cercavano, provavano, tentavano, controllavano le misure e poi riuscivano anche con un po’ di testardaggine a infilare i cappelli piccoli in ghiande troppo grandi!
Il giorno dopo, sulla scia di questo gioco, abbiamo proposto un’attività basata sullo stampo utilizzando i cappelli delle ghiande.
Abbiamo dato a ciascun bambino un foglio bianco e un cappello di ghianda. I bambini hanno subito iniziato a cercare di colorare con questo particolare strumento.
Ovviamente, il cappello non lasciava nessuna traccia sul foglio, quindi abbiamo dato a ciascun bimbo un piatto contenente colori autunnali a tempera.
I bambini hanno iniziato a intingere il cappello nella tempera e a provare a colorare il foglio, all’inizio sono rimasti sorpresi dei cerchietti che il cappello rilasciava poi presa fiducia nella scoperta appena fatta, hanno iniziato a tempestare il foglio di tanti cerchi colorati!!!
“Sì, il cappello colora!”, “ Guarda quante palline”, Maestra! Ancora colore!”

Alla fine avevamo dei bellissimi disegni colorati e tanti bambini soddisfatti dell’esperienza appena trascorsa.

Natty ed Elisa

5 commenti:

  1. Guardare quello che proponi ai bambini mi affascina tantissimo.
    Hai delle idee grandiose!!!
    Quanto materiale esiste per lasciare una traccia su di un foglio.
    Complimenti ancora
    Maestra Valentina

    RispondiElimina
  2. Mi sto letteralmente divorando questo blog, è fantastico! Gli spunti che date sono cosi' semplici eppure cosi' belli, divertenti, educativi...
    Quanta bellezza, e quanta sensibilità! Sono davvero fortunati i vostri bimbi :)

    RispondiElimina
  3. Grazie Bruna! Speriamo che questi piccoli spunti ti servano d'aiuto per proporre ai tuoi bambini nuove esperienze. Ti aspettiamo e seguiamo anche noi il tuo blog!

    RispondiElimina