giovedì 19 aprile 2012

Buio, luce e tante scoperte!

In questo post vogliamo raccontarvi una bellissima avventura che abbiamo vissuto l'anno scorso insieme ai nostri bambini.
Al tempo, come già sapete, abbiamo lavorato con un progetto basato sui contrasti e abbiamo proposto ai bambini esperienze nelle quali riuscissero a sperimentare i contrasti più classici che in natura esistono.
Così abbiamo proposto l'imponente contrasto di luce e oscurità.
Le foto che abbiamo a disposizione non sono perfette perché sono state scattate in assenza di luce,ma speriamo lo stesso che attraverso questo racconto e le foto riusciate a capire quello che di magico è avvenuto quel giorno.
La prima cosa da fare per fare questa esperienza è trovare uno spazio che possa essere svuotato completamente in modo che si possa lasciare ai bambini la libertà di movimento. Uno spazio che possa essere totalmente oscurato, noi per esempio abbiamo svuotato la nostra stanza della nanna e abbiamo coperto le finestre con del cartone robusto, rendendola completamente buia. Vanno bene anche delle stoffe oscure ma che siano abbastanza coprenti e non lascino passare neanche un filo di luce.
Un'altra cosa importante da fare è chiedere ai genitori dei bambini di portare una torcia per ciascun figlio, infine recuperare dei fogli di plastica trasparente, fine e colorata . Abbiamo proposto questa esperienza a gruppi di circa 10-12 bambini. Dopo aver allestito la stanza, abbiamo portato i bambini al suo interno e ci siamo seduti per terra in cerchio nel mezzo della camera. Abbiamo preferito farli entrare con la luce accesa in modo che non si spaventassero, anche se loro in questa stanza ci erano già stati molte volte a trascorrere sempre delle esperienze uniche.
Dopo che i bambini si sono seduti in cerchio abbiamo dato a ciascun bambino una torcia e li abbiamo invitati ad accenderla. Subito dopo abbiamo spento la luce e improvvisamente siamo rimasti al buio.
Uao, che meraviglia!
Tanti fasci di luce illuminavano l'oscurità, i bambini giocavano con la luce, chi la puntava in alto, chi verso il muro, tanti cercavano di illuminare le fessure dei lettini impilati. Grida di gioia e stupore accompagnavano questa ricerca: "Maestra noi facciamo la luce!"



Intanto che i bambini si impegnavano a giocare con le torce noi senza farci vedere abbiamo lasciato dispersi per terra i fogli di plastica trasparente colorata. Dopo qualche minuto il primo esploratore della luce aveva già trovato un foglio per terra, dopo un po' qualcun altro e così il gioco si era mutato nel dare la caccia al foglio di plastica colorato usando la torcia. 
È stato molto interessante osservare gli spontanei tentativi dei bambini volti a trovare un modo per giocare con il foglio colorato e infine capire che attraverso quel foglio la luce cambiasse colore.I bambini provavano i vari colori puntandoli verso il pavimento o sul muro, alcuni si guardavano le mani che diventavano di un altro colore e altri si illuminavano i piedi. 

 Abbiamo giocato per circa un'ora e quindi se vorrete riproporre questa esperienza, dovrete tenere conto che non sarà facile farli smettere ed è per questo che dovrete avere un bel po' di tempo a disposizione. È incredibile pensare quanti giochi i nostri bambini abbiano inventato usando la luce della torcia, c'era la caccia alla maestra, agli amici, c'era che si illuminava tutte le parti del corpo, ecc...
Alla fine ci siamo seduti a terra con le torce accese, dopo averle spente abbiamo acceso la luce e parlato assieme ai bambini di questa meravigliosa esperienza. Dai loro entusiasti racconti e dalle nostre osservazioni abbiamo capito che i bambini sono rimasti soddisfatti e contenti di aver giocato "A fare la luce".

Durante questa "attività" Noi ci siamo fatte guidare dal gioco dei bambini, ogni scoperta loro è stata per tutti, i bambini e anche noi, una possibilità nuova di gioco!
Per completare il lavoro su questo contrasto nei giorni successivi abbiamo fatto con i bambini il gioco delle ombre cinesi. Purtroppo, di questo momento non abbiamo delle foto ma condividiamo con voi il link di un'esperienza simile fatta dalle maestre del blog Dire, fare, giocare!
È stata proprio un'esperienza che valeva la pena condividere con voi.
A presto
Natty ed Elisa

3 commenti:

  1. Carino, e facile da rifare a casa!

    RispondiElimina
  2. Ogni anno cerco di riproporre il gioco delle ombre...e per i bambini è sempre un grande divertimento.
    E' sempre un piacere venire nel vostro blog, conosco anche il blog che avete citato...sono veramente eccezionali.
    Volevo dirti a proposito dei fiorellini che i bambini potrebbero pitturare i fiorellini e le foglie con le pitture a dita, l'assemblaggio chiaramente fatto dalle maestre.
    A presto
    Maestra Valentina

    RispondiElimina
  3. Grazie maestra Valentina! Grazie per la visita e per l'idea sui fiorellini :) I fiorelini per i cassetti sono un'idea carinissima da fare come regalo alle nostre mamme :)

    RispondiElimina