venerdì 16 novembre 2012

Coloriamo con i frutti autunnali


Quante belle esperienze possiamo creare e inventare con rametti, coccole di cipresso, foglie secche, ghiande, pigne, noci, castagne, nocciole e tanti altri prodotti che questa ricca stagione ci dona.
La castagna è così liscia e in cima alla punta ha un ciuffetto di peli morbidi, la noce è rugosa, la foglia assai delicata e se si stringe forte si sbriciola in mille pezzettini, il riccio della castagna mi punge, ahi!
Tante nuove sensazioni vive il bambino toccando, spesso per la prima volta, oggetti naturali come questi, è per questo che è importante prima di realizzare attività grafico pittoriche, proporre delle esperienze sensoriali dove i bambini possano toccare con mani e piedi, sentire il rumore, annusare e a volte anche assaggiare i frutti che l’autunno ci regala.
Oggi condivideremo con voi una nuova avventura grafico pittorica.
Questa esperienza è stata proposta a due gruppi di bambini di fascia d’età diverse e quindi con dinamiche differenti.
Con i bambini più grandi abbiamo fatto l’attività per terra.
Abbiamo fissato sul pavimento di legno, con nastro adesivo, un pezzo di carta grande, come due fogli A3.
Dopo aver messo un po’ di colore a tempera sulla carta, abbiamo adagiato su di essa i frutti autunnali: castagne, coccole e nocciole.


Una volta fissata, con nastro adesivo, la plastica trasparente resistente sopra ai frutti autunnali, abbiamo invitato i bambini a colorare.
Subito i bambini hanno iniziato a far correre le noccioline sul foglio, da una parte all’altra cercando di colorare. Altri cercavano di tirar su la plastica, scoprendo che in quel modo non si vedevano più i frutti, allora bisognava riabbassarla e cercar bene con la manina la castagna tutta colorata.







Ecco il risultato!
Con il gruppo dei più piccolini abbiamo ricoperto un tavolo con la carta bianca, poi si è sistemato sopra di essa i frutti autunnali: castagne, nocciole e ghiande.
Dopo, abbiamo messo sulla carta i colori a tempera mescolati alla colla. In questo caso sono stati i bambini a scegliere i colori da mettere. 
Una volta fissato bene il sacchetto di plastica trasparente, abbiamo invitato i bambini a colorare il tavolo. 
La curiosità era grandissima. E’ stato come un grande massaggio alle mani, i colori si sono mescolati subito creando un mantello colorato che copriva tutti i frutti autunnali, così i bambini con le loro manine paffutelle si sono impegnati a dare la caccia ai frutti nascosti. 

Una volta trovata la stringevano forte, colorando, così, il foglio in lungo e in largo. 
Esaurito l'interesse dei bambini, abbiamo sollevato davanti a loro il foglio di plastica... Magia! Anche la questo si è colorato!
E' stata una bellissima esperienza, ricca di scoperta e di condivisione.
Come documentazione sono rimaste due testimonianze, i colori fissati sulla plastica e il foglio di carta con le sue nocciole incollate.

A presto
Natty ed Elisa